mercoledì 10 aprile 2013

Corso di canto - Lezione 1: L'Appoggio


Il Canto – Consigli Pratici : L'Appoggio


A cura di Roberto Ivaldi

Cantare è sicuramente una grande passione. Passione che troppo spesso si trascura a livello didattico, preferendo l'improvvisazione allo studio.

In seguito a questo, molte volte ci si chiede : “Con lo studio non si rischia di limitare il talento?” No, lo studio può soltanto mettere in risalto le nostre qualità.
Affidarsi ad un insegnante non è mai una scelta sbagliata. E' opportuno però cercare un professionista che possa realmente esserci di aiuto e che non metta mai i suoi metodi davanti alle nostre esigenze. In questo modo ognuno può sviluppare, in modo autonomo e mirato, le proprie capacità.

Cantare senza possedere una base di conoscenza è profondamente sbagliato. La voce è uno strumento che va trattato con la massima cura e attenzione, un uso scorretto ci può danneggiare, anche gravemente. Meglio quindi partire dalla base.
E la base si chiama respirazione. Con una corretta respirazione troveremo un naturale equilibrio che ci permetterà innanzitutto di valorizzare la nostra emissione, sia parlata che cantata. Eviteremo di danneggiare la voce, realizzando ad esempio esercizi vocali con minor sforzo e maggiori risultati. Ma senza impegno e dedizione tutto questo non sarà mai possibile.


Molti di voi avranno sicuramente sentito parlare di appoggio con affermazioni del tipo: “se non appoggi non puoi cantare bene!”
Ma che significa?

L'appoggio è un movimento naturale grazie al quale i muscoli addominali aiutano il diaframma a svolgere la sua funzione. Il diaframma infatti è un muscolo che si trova tra torace e addome.


Svolge un'importante funzione respiratoria, e attraverso inspirazione ed espirazione regola il flusso dell'aria. Durante l' inspirazione infatti i polmoni si gonfiano di aria premendo contro la parte inferiore della gabbia toracica, il diaframma si espande allargando lateralmente le costole inferiori lasciando libero lo spazio utile alla dilatazione polmonare. Durante l'espirazione invece, entra in gioco l'appoggio. I muscoli di addome, schiena e torace permettono al diaframma di restare in una posizione ideale di espansione e rilassatezza, permettendo un'espulsione bilanciata dell'aria durante lo sgonfiamento polmonare, in questo modo il suono otterrà maggiore stabilità, da qui il termine appoggio.

Perché dovrei imparare l'appoggio ? Per sostenere la propria voce, che altrimenti subirebbe un'emissione confusa e incontrollabile. La corretta respirazione porta infatti a dosare la giusta quantità di aria necessaria allo sviluppo di suoni stabili, omogenei e di maggiore qualità. Tutto questo ovviamente con l'importante aiuto della rilassatezza fisica, come ad esempio quella delle spalle.

Preciso che questa non vuole essere una lezione (a tal proposito per dubbi, chiarimenti o informazioni potete contattarmi in privato) , mi limito ad esporre concetti per una cultura generale di base.

In conclusione, l'appoggio è un concetto fondamentale per permettere alla voce di esprimersi liberamente e al meglio. All'inizio potrebbe sembrare difficile ottenere stabilità nella respirazione e nei suoni, ma vi assicuro che è un percorso del tutto naturale.


Biografia di Roberto Ivaldi


Roberto Ivaldi è un Insegnante di Canto. Vive a Milano.

Il suo registro vocale è di Tenore Leggero e Lirico. La poliedricità della sua voce, unita agli studi approfonditi, lo rendono un esperto di tecnica vocale e uno sperimentatore della voce cantata.
La sua formazione Musicale avviene a Genova, dove oltre agli studi accademici, frequenta corsi di canto lirico, soul, jazz, spiritual e rock.

Completati gli studi, inizia a collaborare con una importante casa discografica come corista per artisti professionisti e porta avanti il suo progetto musicale attraverso una serie di esibizioni live in Italia e all'estero.

Vanta importanti collaborazioni in studio e live.
Collabora attivamente con diverse scuole di Musica del Milanese, in qualità di Insegnante di Canto e organizzatore di eventi, tra cui seminari sulla voce.

Dopo avere ideato un Corso di Canto utilizzato a livello nazionale, ha generato un programma personale di Insegnamento del Canto, basato su concetti di anatomia e sulla salvaguardia della voce, unendo elementi di tecnica vocale, in modo completo e ed efficace.
Il suo metodo rende l'allievo pienamente consapevole delle tecniche da utilizzare,e lo aiuta a perfezionare tutte le componenti che formano la voce.
E' ideatore del progetto Rosa Violacea, che include testi, composizioni, brevi racconti e del progetto Vox, con un Corso di Canto innovativo che offre molti servizi agli artisti che lo frequentano.

Insegna diversi metodi di canto: Lirico, Jazz, Pop, Rock, Soul, Blues.
Si occupa di Assistenza e Produzione per Artisti Emergenti e offre Servizi Musicali di ogni genere, tra cui organizzazione tecnica e manageriale.

Il suo scopo ultimo è quello di creare un progetto che rivoluzioni il mondo della Discografia Italiana. Una nuova struttura che si occupi di scoprire i nuovi talenti del paese, organizzando dei corsi per migliorarne le capacità e per mostrare i corretti passi da muovere, fino a seguire da vicino la produzione dei lavori musicali, con supporto tecnico e manageriale mirato a sviluppare e perfezionare ogni aspetto artistico. 


Un ambiente che serva alla crescita dei talenti ma senza lo sfrenato interesse lucrativo che spesso frena i sogni di tanti giovani artisti.


Roberto Ivaldi
Insegnante di Canto
Supporto per Artisti Emergenti
Assistenza alla Produzione
Perfezionamento Tecnico 
Sviluppo Manageriale





 





 





Nessun commento:

Posta un commento